SEI IN > VIVERE BELLUNO > ATTUALITA'
articolo

Scommesse sui cavalli: spesa di 45,2 milioni di euro in agenzia nel 2023

3' di lettura
24

Nel comparto delle attività ludiche legate al settore equestre, le scommesse sui cavalli occupano una nicchia di mercato che non manca di attirare l'attenzione. Non solo come forma di svago, ma anche per il volume delle spese, che ovviamente incide sull'economia nazionale. Nel corso del 2023, il totale speso in scommesse ippiche all'interno delle agenzie italiane ha raggiunto una cifra notevole: 45,2 milioni di euro, secondo le rilevazioni di AGIMEG.

Le spese nelle scommesse sui cavalli in Italia

Approfondendo la questione, la distribuzione delle spese non è uniforme sul territorio nazionale, dato che alcune città si distinguono più di altre. Milano si posiziona al vertice con ben 6,45 milioni di euro investiti nelle scommesse ippiche: un indizio della forte presenza di appassionati e della capacità di spesa più alta rispetto ad altri centri tricolori. Seguono Roma e Napoli con 5,2 milioni di euro e 4,86 milioni di euro, numeri che attestano la popolarità di questo hobby anche nel centro e nel sud Italia.

Il fenomeno non si limita alle grandi metropoli, perché anche altre città registrano cifre notevoli: si parla ad esempio di Palermo con 2.755.935 euro, di Firenze con 2.442.146 euro e di Caserta, che si colloca nella top ten con una spesa di 1.846.377 euro. Torino partecipa invece con un totale di 1.540.407 euro, Fermo con 1.308.726 euro e Pisa con 1.079.572 euro. Livorno, infine, chiude la top ten con una spesa complessiva di 1.077.729 euro.

Questi numeri sono il riflesso di una forma di intrattenimento che va al di là della semplice passione per gli sport equestri. Ci si trova infatti di fronte ad un vero e proprio comportamento sociale, che non si limita alle agenzie fisiche, ma che coinvolge anche il web. Non a caso, gli appassionati amano piazzare le scommesse sui cavalli anche online, per via delle tante opzioni disponibili, e per vantaggi come il comfort. Infatti, ci si trova di fronte ad un canale in netta crescita, rispetto a pochi anni fa.

Gli altri dati sul betting ippico nel 2023-2024

Si registra, inoltre, un rapporto notevole tra le spese in agenzia e le vincite, con queste ultime che ammontano a 268,9 milioni di euro. Si parla di un ritorno economico che non trova eguali nel settore del betting, anche se ovviamente fa riferimento non alle singole vincite, ma alla loro distribuzione totale. L'analisi, basata sui dati raccolti da AGIMEG fino al 19 gennaio 2024, dunque, delinea un quadro piuttosto chiaro: agli italiani piace scommettere sui cavalli, recandosi in agenzia oppure rivolgendosi alle varie piattaforme presenti su Internet.

Concludendo questa analisi, le scommesse ippiche rappresentano un settore particolarmente vitale nel gioco d'azzardo in Italia. Il comparto in questione viene infatti caratterizzato da una spesa quasi da record, e da una distribuzione dei valori economici che varia in modo notevole a livello geografico e regionale. E le previsioni sono ottime, anche per quel che riguarda il futuro del settore delle scommesse sui cavalli.



Questo è un articolo pubblicato il 21-02-2024 alle 17:17 sul giornale del 17 febbraio 2024 - 24 letture



qrcode